L’omonimo vitigno autoctono bulgaro risale all’epoca degli antichi Traci e viene considerato tra i vitigni più antichi al mondo , con una storia di oltre 3000 anni. Il vino fu dedicato a Mavrud guerriero dell’epoca dei Traci. Narra la leggenda che in un periodo in cui la coltivazione della vite era proibita, sua madre continuò in segreto a coltivare una vigna e a fare vino. La bevanda conferiva a Mavrud forza e coraggio e lo rendeva invincibile. Quando il re lo scoprì, chiamò quel vino Mavrud, come il guerriero, e la vite fu nuovamente piantata nel regno.

Il vino si presenta con un colore rosso ciliegia intenso. Al naso è ricco, molto fruttato con note di ciliegia e ribes nero, sostenuto da una bella speziatura e lievi note tostate. Al palato il vino risulta intenso e deciso , dalla bocca ampia e fruttata. La lunga persistenza viene esaltata da tannini setosi ed una bella vena acida. Il vino è adatto a lunghi invecchiamenti , almeno 10 anni.

Pairings

Suggerito con carni di manzo, carni alla griglia, arrosti, selvaggina e formaggi.

Tipology

Vino rosso

Classification

Vino a indicazione geografica protetta IGP; vino biologico

Grape varieties

100% Mavrud

Production area

Chernogorovo - Thracian Valley, Bulgaria
Mavrud Reserve